Notre Dame des Fontaines-Saorge-Tenda

Notre Dame des Fontaines

Notre Dame des Fontaines

Si parte alle 7,30. L’ultima chiamata sul cellulare fissa l’appuntamento per il caffè al piccolo bar che precede il tunnel, poi giù, tra i tanti tornanti della Val Roya, fino a Tenda, alle sue baguettes fragranti di forno farcite di prosciutto, il nostro pranzo al sacco. Pochi chilometri dopo la svolta per la Brigue e Notre Dame des Fontaines, nella Valle del Levenza inondata di sole. Oltre la Brigue, dopo 4 Km, si arriva al Santuario di Notre Dame des Fontaines.

Interno Notre Dame

Sorge in un vallone, nel sito sono presenti sette sorgenti che già nell’antichità emettevano acqua ad intermittenza. All’interno della chiesa un eccezionale insieme di affreschi che si susseguono su ogni parete e che costituiscono un vero e proprio catechismo per immagini, sottolineato dalle iscrizioni in latino ad uso del clero. Gli affreschi sono stati realizzati nel 1492, opera di Giovanni Canavesio, religioso e pittore. Eccezionale, dal lato opposto all’abside, il vasto affresco del Giudizio Universale. Sui muri laterali appaiono invece le scene della passione di Gesù: a destra Gesù davanti a Pilato, a sinistra l’allucinante Giuda Iscariota e la rappresentazione tumultuosa della Crocifissione.

Notre Dame, Volta

Tornando verso la Brigue, ad un paio di km dal santuario, sosta per un’occhiata da lontano all’antico Mulino (propr. privata) e ammirare il curioso, medievale Ponte del gallo, a doppia arcata.

La Brigue: Briga Marittima ( La Brigue ) è francese dal 1947.
Molte ed interessanti le tracce del passato, gli oratori barocchi, la collegiale di S. Martino di impianto gotico – trecentesco con portale del 1576, e i famosi linteaux, bassorilievi piazzati sopra le porta delle case con simbolismi religiosi e filosofici.

Ponte del Gallo

Da la Brigue si torna sulla Tenda – Ventimiglia e, dopo qualche km, nel villaggio di Fontan, si svolta e si sale per 2 Km a Saorge.

Saorge: arroccata in alto, domina con i suoi tetti violacei di ardesia il passo stretto in cui scorre verde e schiumosa la Roya. Saorge è un insieme di vicoli stretti, lavatoi antichi, sternìe ripide ma intatte, ponticelli che collegano le case, ulivi e fichi che si protendono sui muri antichi, profumi di legna e di salèa dispersi dal vento.

Saorge

Si sale a piedi al Monastero di Saorge, l’antico Convento dei Francescani: situato al sommo del paese, questo convento del XVII secolo presenta una facciata preceduta da un portico ornato di balaustre e un campanile a bulbo. La chiesa è barocca, il bel chiosco conserva affreschi del XVII secolo e 11 meridiane del 1760; il refettorio è decorato con intatti affreschi allegorici che rappresentano i voti monastici di povertà, castità, obbedienza ed umiltà.

Saorge, Monastero (ex Francescano)

Si raggiunge quindi la Chiesa romanica della Madonna del Poggio, fiancheggiata da un elegante campanile del XII sec (chiusa al pubblico).

Si prende la strada del ritorno per fermarsi a Tenda, raccolta su un fianco del colle sormontato dal caratteristico cimitero e dai resti del diroccato castello dei Ventimiglia – Lascaris (XIV- XV sec.). Splendida la vista di Tenda dal culmine del colle, i suoi boschi di latifoglie e di pini, la sua colorita Collegiale di Santa Maria del Bosco che spicca nel mare di lose grige che rivestono i tetti.

Cimitero di Tenda

 

 

 

Si scende tra scalette di pietra e vicoli caratteristici verso la Collegiale, costruita tra il 1474 ed il 1518: maestoso il portale in pietra verde di Tenda con leoni stilofori e singolare il rosone, con le trombe degli angeli che fuoriescono dalla circonferenza.

Si torna, Giove pluvio rompe la tregua di questa splendida giornata di sole avvolgendo di nubi tempestose le montagne e ci attende, tuonando minaccioso sopra i forti di Tenda. Ci affrettiamo, il confine italiano dista solo 12 km, Limone Piemonte è a 18 km.

I Vicoli di Tenda

 

 

 

Qui sotto trovi altre fotografie delle località visitate.

 

 

 

 

 

Guarda la Gallery: